La resina epossidica si rivela il materiale ideale per realizzare mobili immancabili e funzionali in ogni ambiente, ovvero i tavoli.

Le ultime tendenze dell’interior designer suggeriscono l’utilizzo della resina anche in abbinamento ai materiali tradizionali come il legno o le pietre, che una volta immersi e protetti dal materiale bi-componente rimangono al riparo dall’umidità e dall’invecchiamento. Il risultato finale è al di sopra di ogni aspettativa, perché grazie alla resina si possono creare tavoli e tavolini ad alto spessore con un design unico ed esclusivo.

Il legno, in particolare, viene vetrificato grazie alla resina, diventando così robusto e resistente nel tempo.

Tavolo personalizzato realizzato in vetro di resina con decorazioni in legno

Tavoli personalizzati in resina epossidica

La resina tuttavia, può essere connessa anche con ulteriori elementi quali lastre di travertino, metalli e persino oggetti come conchiglie o monete.

Coloro che sono alla ricerca di soluzioni dall’effetto decorativo ricercato apprezzeranno certamente i tavoli in resina epossidica che si sposano perfettamente con gli ambienti moderni, ma anche con quelli più classici e contemporanei.

Lebrìc garantisce l’origine e l’autenticità della materia prima utilizzata, le briccole. Una materia prima che racconta la storia di Venezia e della sua laguna. I tavoli in questione, come da foto sottostanti sono realizzati in versioni personalizzate, quindi il cliente può variare l’opera da realizzare a suo piacimento.

Tutte le briccole a marchio Lebrìc sono infatti controllate e validate, affinchè la loro trasformazione possa esaltare le proprietà straordinarie e uniche acquisite da questa tipologia di legno nel corso degli anni.

La nostra azienda ne garantisce non solo la provenienza, ma anche tutto il percorso di trasformazione: da palo lagunare impregnato di acqua salmastra e decorato da molluschi che se ne nutrono a materia prima pregiatissima.
E’ l’autenticità della materia prima che utilizziamo e trasformiamo a garantire l’originalità e l’unicità delle briccole.

In tema di resina epossidica la parola d’ordine è creatività, oltre che sfrenato design. Ecco, quindi, che la resina diventa l’innovativo materiale anche per creare complementi originali e adattabili ad ogni stile architettonico.

Ciotole, portafoto, scatole sono soltanto alcuni dei complementi che è possibile realizzare miscelando opportunamente i componenti e lasciandoli solidificare a freddo. I quadri con le resine, in cui lasciare trasparire vecchi vinili, fiori secchi o riproduzione di stampe sono altri elementi che vanno per la maggiore.

Le resine, tuttavia, vengono oramai impiegate anche per la produzione di pareti divisorie, separé, porte, mensole e piani d’appoggio. Si pensi, ad esempio, alle straordinarie librerie con lastre in resina epossidica e struttura metallica, oppure alle artistiche lampade artigianali fatte interamente in resina e che una volta illuminate emanano un effetto sorprendente.

Complementi d'arredo personalizzati

Tutti i complementi d’arredo in resina epossidica sono personalizzabili su specifica richiesta del cliente, riproducibili in moltissime tonalità e quando attraversati dalle fonti luminose emanano giochi di luce affascinanti, diventando così veri dettagli di stile all’interno di ogni appartamento.